Google My Business: un’attività local non può non usarlo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Google-My-Business

Se hai un’attività che offre servizi locali e non sai cos’è Google My Business leggi tutto questo articolo perchè non puoi permetterti di non gestire la tua scheda Google My Business lasciandola gestire agli altri.

Cos’è Google My Business

Come da definizione di Google, la scheda My Business rappresenta il profilo dell’attività online. In Italia Google è utilizzato da più del 90% delle persone come motore di ricerca: quindi ci permettiamo di dire che la ricerca online è Google.

Se sei un piccolo negozio o una grande catena di punti vendita, dovrai gestire il profilo di tutti i tuoi punti fisici. Grazie a Google My Business possiamo fornire tutte le informazioni necessarie agli utenti che stanno cercando un’attività come la nostra: il nostro numero di telefono, la nostra posizione, le indicazioni per raggiungerci, il nostro sito web, cosa dicono di noi i nostri clienti tramite le recensioni e, da poco, anche condividere post sulla nostra scheda riguardanti i nostri prodotti e servizi.

Perché Google ha creato Google My Business?

Facendo riferimento alle parole di Google, nella presentazione del servizio, ci viene detto:

Siamo felici di introdurre Google My Business, un modo semplice e gratuito di entrare in contatto con i tuoi clienti, ovunque siano.

A questo link trovate la fonte originale https://smallbusiness.googleblog.com/2014/06/help-your-business-shine-with-google-my.html

Più nel dettaglio, Google ci dà la possibilità di:

  • aggiornare le nostre informazioni commerciali;
  • aggiungere foto;
  • ricevere recensioni;
  • capire come le persone cercano la nostra attività;
  • interagire con i nostri clienti.

Per capire a fondo cos’è Google My Business potete anche guardare il video di presentazione.

Google My Business è gratuito!

Gratis, sì. Google My Business è gratuito: potete gestirlo in autonomia se avete un minimo di dimestichezza con il computer, ottenere risultati e sfruttarlo al meglio. Se invece va inserito in una strategia di marketing, è un lavoro per cui dovreste affidarvi a dei professionisti, ma per aprire e gestire il proprio profilo My Business, Google non chiede nessun compenso.

Per farvi comprendere che il servizio è totalmente gratuito vi mostriamo l’homepage di Google My Business dove in rosso abbiamo evidenziato quello che è: gratuito


Google My Business: come funziona?

Per far in modo che le informazioni siano il più corrette possibili, Google ha fatto in modo di permettere a tutti di modificare le schede My Business, sia quelle verificate (aperte dai titolari dell’attività) sia quelle ancora non gestite. Oltre a questo ha creato un meccanismo di verifica delle informazioni tramite il lancio delle “local guide”. Ogni volta che un utente va a modificare una scheda di cui non è proprietario, la modifica viene sottoposta al controllo di persone fidate ovvero le local guide che, a seconda del loro livello, influiscono più o meno sull’applicazione delle modifiche.

Detto questo noi possiamo prendere il controllo delle informazioni relative al nostro punto vendita tramite la verifica della scheda, o l’apertura, in caso questa non sia presente.

Una volta entrati in possesso del profilo, possiamo gestire tutte le informazioni molto semplicemente anche tramite le app per android e iOs che ci vengono messe a disposizione.

Anche quando abbiamo il possesso del profilo, gli utenti possono continuare a proporre modifiche ai dati della scheda e a noi è lasciata la possibilità di dire l’ultima parola, approvando o rifiutando la modifica. Se non facciamo nessuna azione saranno gli utenti a stabilire se la modifica proposta è corretta o meno. Se ci pensate questo sistema, se pur non perfetto, cerca di garantire sempre informazioni corrette e aggiornate agli utenti.

Come registrarsi a Google My Business

La registrazione al servizio è molto semplice: se abbiamo un account Google, per prima cosa andiamo sulla pagina ufficiale e clicchiamo su “Prova ora” in alto a destra e seguiamo tutti gli step rispondendo alle domande:

  • Qual è il nome della tua attività commerciale?
  • Vuoi aggiungere una sede che i clienti possono visitare, ad esempio un negozio o un ufficio?
  • Qual è l’indirizzo?
  • È questa la tua attività?
  • Dove ti trovi?
  • Offri i tuoi servizi ai clienti anche al di fuori di questa sede?
  • Aggiungi le aree coperte dal servizio (facoltativo)
  • Scegli la categoria che più si adatta alla tua attività
  • Quali dettagli di contatto vuoi mostrare ai clienti?
  • Termina e verifica questa attività

Una vola risposto a tutte le domande dovrete verificare di essere realmente i proprietari dell’attività. Per verificare vi possono essere proposti alcuni metodi come telefonate, l’invio di SMS ed email o Google Search Console. Se non vi viene proposto questo tipo di verifica potete ricorrere alla cartolina. La cartolina, contenente il codice di verifica, vi arriverà entro un paio di settimane. Per altre info sulla verifica del profilo potete andare nella pagina realtiva dell’assistenza di google.

Ricordate che verificare la vostra attività, oltre a darvi molte possibilità come creare post, cambiare informazioni, aggiungere foto, ecc., è molto importante per reclamarne la proprietà. Questo può essere utile per evitare di dover fare procedure più lunghe in caso qualcun altro prendesse il controllo della tua scheda.

Le recensioni su Google

Nel momento in cui scriviamo l’articolo le recensioni sulle schede My Business hanno un valore altissimo. Infatti Google ha scavalcato altri servizi, come per esempio tripadvisor per i ristoranti, per quanto riguarda l’utilizzo delle recensioni.

Per ottenere buone recensioni è fondamentale fare bene il vostro lavoro come sicuramente sapete fare. Chiedete ai vostri clienti di lasciarvi delle recensioni per far migliorare il vostro profilo. Un chiaro segnale che Google presta molta attenzione alle recensioni dei clienti è proprio in relazione al lancio delle Local Guide.

Se siete i proprietari della vostra scheda avete dei vantaggi, in quanto potete:

  • rispondere alle recensioni;
  • invitare clienti a lasciare recensioni;
  • segnalare recensioni.

Nessuno, tranne Google dopo una segnalazione, può cancellare una recensione altrui!

Le statistiche di Google My Business

Una sezione fondamentale, per vedere l’andamento della propria scheda online e capire se la strategia utilizzata è efficace, sono le statistiche fornite dall’account Google My Business

Nella tab Statistiche potete trovare molte informazioni utili:

  • query utilizzate per trovare la tua attività;
  • in che modo i clienti cercano la tua attività;
  • dove i clienti visualizzano la tua attività su Google;
  • azioni dei clienti;
  • richieste di indicazioni stradali;
  • telefonate;
  • visualizzazioni foto;
  • quantità di foto.

La creazione dei post su Google My Business

Questa nuova funzionalità è stata introdotta da poco. I post sono un ottimo strumento per comunicare con i tuoi clienti. In Google My Business possono essere creati post riguardanti novità, eventi, offerte e prodotti.

La frequenza di pubblicazione dei post è molto importante visto che questi hanno una durata di 7 giorni nella visualizzazione della scheda da desktop e indefinita su mobile, anche se possono essere visti cliccando su “Visualizza post precedenti” su Google.

La scheda google my business è anche utile a livello seo local per il posizionamento ad esempio di un sito web ad Anzio e Nettuno o in altre città.

Se sei arrivato a leggere fin qui credo che ora la prima cosa che devi fare è aprire o verificare la tua Scheda Google My Business.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Vuoi parlarne con noi?

Se hai qualsiasi necessità di comunicazione, vuoi avere ulteriori informazioni su questo tema contattaci senza impegno.

Contattaci

Piazza Guglielmo Marconi, 171
00042 – Anzio (RM)

Tel. 06 9811 6079

Email. info@linkitb.it