Logo design: consigli e suggerimenti per un perfetto logo aziendale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Logo-design

Stai finalmente per aprire la tua azienda, in cui hai speso tanto tempo e passione, ma soprattutto soldi! Hai tutto, locale compreso: l’unica cosa che ti manca è un logo. Ma come deve essere? Ecco qualche dritta sul logo perfetto per la tua attività.

Qualche cosa da sapere

Anzitutto è bene sapere qualcosa in più sul termine logo e sulla sua utilità. Difatti non tutti hanno chiaro che un’azienda non è e non sarà mai dipendente dal logo, nonostante abbia comunque una certa importanza. Un brand è costituto da tanti fattori, a partire dai servizi offerti e dai valori seguiti. La funzione principale del logo non è quella di definire una marca, ma di darle visibilità e riconoscibilità immediata.

Importante è anche la differenza tra marchio e logotipo: nel primo caso parliamo di una vera e propria forma, un disegno, un simbolo che rappresenti il tuo brand; il logotipo, invece, è il nome stesso del brand realizzato con una grafica che lo renda unico. Di base si tende sempre a creare un marchio, pensando possa essere più caratterizzante, dimenticandosi però di nomi come Coca-Cola e Hard Rock Cafè, ad esempio.

Un logo non sarà mai gratis! Non ti preoccupare se almeno una volta hai cercato anche tu di crearlo senza spendere una lira, l’hanno fatto tutti. Credeteci però se vi confermiamo che è impossibile avere qualcosa di originale, moderno e soprattutto unico in modo completamente gratuito.

Pensare un logo aziendale

Prima di passare alla realizzazione di un logo è bene pensare ad esso. Non basta ispirarsi ad un marchio già esistente e cercare di riprodurlo per creare un brand forte. Tuttavia, tramite poche semplici dritte si può arrivare ad avere un prodotto di qualità.

1. Semplicità. Non confondere i tuoi clienti.

Possiedi un ristorante vegano? Non inserire una braciola nel logo! Sembra ovvio, ma spesso non lo è. In molti casi, infatti, si pensa a loghi che sono ben distaccati dai valori e dall’idea del nostro brand, affascinati unicamente da uno stile grafico o da un disegno. Ricorda sempre che il cliente deve avere chiaro di cosa si occupa la tua attività.

2. Originalità. Distinguiti dagli altri brand.

Attenzione: il logo deve essere sì semplice, ma non banale. Se hai una caffetteria non basta una tazzina di caffè come marchio, dato che questa è stata già utilizzata chissà quante volte. Pensa a qualcosa che possa distinguerti, ma che al tempo stesso possa essere comprensibile. Parti quindi da un concetto, elaboralo per renderlo unico e facilmente riconoscibile.

3. Versatilità. Deve funzionare ovunque.

Dovrai utilizzare il tuo logo dappertutto: dalla cartellonista ai biglietti da visita, dalla carta intestata al sito web. Insomma, il tuo marchio dovrà funzionare in diverse dimensioni, senza perdere la propria forza. Valuta, qualora ce ne fosse bisogno, una versione responsive, che ti permetta comunque di essere riconoscibile.

Creare un logo aziendale

Ora hai, a grandi linee, tutte le informazioni utili per creare il logo perfetto e funzionale per la tua azienda. Ricordati tuttavia che un marchio non si crea dall’oggi al domani. Prima di passare alla realizzazione del definitivo, ecco qualche importante promemoria.

1. Analizza e descrivi a fondo il tuo brand. Capisci quali sono i valori della tua attività ed esponili al meglio.

2. Realizza o fai realizzare degli sketch. Parti sempre dalla carta, disegna più proposte e non convincerti al primo schizzo.

3. Osserva il logo anche nella versione in bianco e nero. Pensa ai colori del marchio, ma ricorda che ti capiterà di doverlo stampare in bianco e nero.

4. Non seguire le mode del momento. Sebbene possa risultare bello esteticamente, un logo alla moda stancherà te e i tuoi clienti nel giro di qualche anno.

5. Guarda il logo anche in piccole dimensioni. Ricorda che sul web e su carta intestata questo sarà posto in spazi esigui e che quindi potrebbe risultare non leggibile.

6. Non dimenticarti dell’immagine coordinata. Come già detto un logo difficilmente vive senza una buona grafica che lo accompagni e che renda il brand riconoscibile in ogni occasione.


In conclusione non ti affrettare nella realizzazione di un logo, ma prenditi tempo, capisci cosa vuoi esprimere e come vuoi farlo, immagina una grafica che ti distingua ma che possa essere chiara e comprensibile facilmente, fai diverse prove di colori e dimensioni e solo una volta che avrai tutto il necessario passa al digitale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email
Condividi su whatsapp
Fabiano Bortolami

Fabiano Bortolami

Visual e Multimedia Designer. Mi occupo di Branding, UI/UX, Web Design e Motion. La mia più grande passione? Il cinema!

Vuoi parlarne con noi?

Se hai qualsiasi necessità di comunicazione, vuoi avere ulteriori informazioni su questo tema contattaci senza impegno.

Contattaci

Piazza Guglielmo Marconi, 171
00042 – Anzio (RM)

Tel. 06 9811 6079

Email. info@linkitb.it